fbpx

Aste immobiliari con incanto e senza incanto: Quale conviene di più?

DiAdmin

Aste immobiliari con incanto e senza incanto: Quale conviene di più?

Ti stai domandando quale sia la differenza tra aste immobiliari con incanto e senza incanto e qual è la più vantaggiosa per il debitore?

In questo articolo parleremo della differenza tra asta con incanto ed asta senza incanto, oltre che spiegarti quale conviene di più e se esiste un’alternativa migliore.

Se sei in una situazione debitoria e temi che la tua casa venga pignorata e venduta all’asta, avrai di certo sentito parlare di aste con e senza incanto. Anche perché non è facilmente intuibile il significato e in cosa consistono queste due tipologie d’asta.

Sono delle aste che prevedono condizioni di partecipazione diverse per gli offerenti, ma vedremo più avanti di cosa si tratta e come funzionano nel dettaglio.

Ma queste due tipologie d’asta renderanno migliore o peggiore la tua situazione debitoria?

Quindi direi di andare subito a capire il loro funzionamento e quali pro o contro avranno, sulla tua situazione immobiliare ed economica.

Asta immobiliare senza incanto: Come funziona?

Vorremo partire con le aste immobiliari senza incanto, anche perché sono quelle più sentite nonché diffuse, per la loro celerità e garanzia sulla privacy per il debitore e per gli acquirenti.

Si parte con un’ordinanza di vendita emanata dal Giudice, la quale fa rispettare i principi di vendita dell’immobile, il prezzo di base ed il termine entro il quale devono essere presentate le offerte per l’acquisto dell’immobile.

Nel caso dell’asta senza incanto, gli offerenti presentano la loro offerta in busta chiusa e quindi in totale privacy, le quali vengono svelate e valutate solo dal Giudice alla presenza degli offerenti, durante l’udienza.

Ecco le modalità delle aste senza incanto:

  • Più di un’offerta: in questo caso il Giudice decide di iniziare un’asta sulla base dell’offerta più alta ricevuta.
  • Una sola Offerta: qualora venisse ricevuta una sola offerta di acquisto e questa superi di 1/5 il prezzo base deciso inizialmente dal Giudice, allora quasi sicuramente la casa viene venduta all’ unico acquirente in questione. In caso contrario il Giudice può decidere che l’immobile venga venduto con asta con incanto, se suppone di poter aggiudicare l’immobile ad un prezzo più alto.
  • Nessuna Offerta: in caso di assenza di offerte il Giudice può decidere di organizzare una nuova asta con incanto e riducendo il prezzo di partenza, quindi il prezzo di base.

Asta con incanto: Come funziona?

Parliamo ora delle aste immobiliari con incanto, anche se scommetto che già avrai capito qualcosa, grazie alle aste senza incanto.

Le aste immobiliari con incanto sono differenti prima di tutto perché nelle aste senza incanto gli offerenti non possono rivedere le loro offerte, in base a quelle presentate da altri offerenti. Si non viene garantita la privacy, ma ha il pro di poter valutare l’offerta a seconda delle altre senza problemi.

Con le aste con incanto è possibile quindi rilanciare l’offerta, a seconda delle altre. Quindi l’immobile viene per certo aggiudicato, in base all’offerta più alta ricevuta, che sarà molto più alta rispetto alle offerte che vengono presentate alle aste senza incanto, grazie alla competizione fra acquirenti.

Per il debitore conviene di più un’asta con incanto o senza incanto?

Ora sappiamo la differenza tra le due tipologie d’asta e scommetto che ti stai chiedendo quale convenga di più per te o per il debitore.

Le aste senza incanto sono molto più veloci e sicure sotto il punto di vista della privacy dell’offerta, d’altro canto le aste con incanto hanno unna vendita sicura e ad un prezzo più alto. Inoltre le aste senza in canto potrebbero essere deserte e senza offerte, e per l’organizzazione di un’asta con incanto sarebbero ancor più spese da pagare a carico del debitore.

Passati poi all’asta con incanto non è detto che la casa comunque venga venduta ad un prezzo inferiore, a causa delle poche offerte ricevute o nessuna anche in questo caso.

La soluzione definitiva non è una delle due tipologie d’asta, ma la rinuncia agli atti e la vendita dell’immobile.

La soluzione alle aste con incanto e senza incanto

Quindi in ogni caso come hai potuto vedere, tutte e due le tipologie d’asta non sono convenienti e convenzionali al recupero del debito.

La soluzione definitiva è la rinuncia agli atti e la vendita dell’immobile prima che vada all’asta.

Una buona mediazione con i creditori, può far si che loro accettino la somma proposta senza perdita di tempo e con l’aumento delle spese provenienti dalle varie aste immobiliari.

Noi di Stralcio Credito acquisteremo per te la casa e tratteremo con i creditori, per liberarti definitivamente dalle preoccupazioni che ti stanno colpendo a causa del pignoramento.

Faremo in modo che i creditori si accontentino della somma proposta, i quali di certo l’accetteranno per i vantaggi prima citati.

Contattaci per un primo colloquio, capiremo insieme come affrontare questo ostacolo che parecchie persone e famiglie stanno affrontando, nel migliore dei modi, annullando tutti i tuoi problemi.